Parrocchie di Poirino



Alcuni spunti per la preparazione alla liturgia della prossima domenica



«Avvenne che la Parola di Dio scese su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto» (Lc 3,2).
Questo evento – apparentemente semplice – è collocato da Luca non solo all’interno della storia ebraica, ma anche all’interno della storia universale. Secondo la Bibbia – e per la fede – l’arrivo della Parola di Dio comporta sempre svolte radicali. Ma è anche vero che i risvolti della Parola di Dio sono sempre all’inizio visibili soltanto alla fede: il mondo non se ne accorge neppure. I grandi personaggi che Luca ha elencato non hanno dato importanza alla predicazione del Battista nel deserto e alle folle che accorrevano da lui. C’è già da imparare: il discepolo impari a puntare gli occhi sui germi ricchi di sviluppo, non invece sulle cose clamorose già morte.

prima lettura Bar 5,1-9
Quale esiliato, quale deportato non sogna un ritorno trionfale al paese natale, ritornato alla pace e dove è bello vivere? È ciò che Dio promette ai suoi. Si porrà lui stesso alla testa del glorioso esodo di liberazione. È noto che eventi del genere si preparano molto tempo prima.

Dal libro del profeta Baruc
1 Deponi, o Gerusalemme, la veste del lutto e dell’afflizione, rivestiti dello splendere della gloria che ti viene da Dio per sempre.
2 Avvolgiti nel manto della giustizia di Dio, metti sul capo il diadema di gloria dell’Eterna, 3 perché Dio mostrerà il tuo splendore ad ogni creatura sotto il cielo.
4 Sarai chiamata da Dio per sempre: "Pace della giustizia e gloria della pietà".
5 Sorgi, o Gerusalemme, e sta’ in piedi sull’altura e guarda verso oriente; vedi i tuoi figli riuniti da occidente ad oriente, alla parola del Santo, esultanti per il ricordo di Dio.
6 Si sono allontanati da te a piedi, incalzati dai nemici; ora Dio te li riconduce in trionfo come sopra un trono regale. 7 Poiché Dio ha stabilito di spianare ogni alta montagna e le rupi secolari, di colmare le valli e spianare la terra, perché Israele proceda sicuro sotto la gloria di Dio.
8 Anche le selve e ogni albero odoroso faranno ombra ad Israele per comando di Dio.
9 Perché Dio ricondurrà Israele con gioia alla luce della sua gloria, con la misericordia e la giustizia che vengono da lui. - Parola di Dio.

salmo responsoriale Sal 125, 1-2ab; 2cd-3; 4-5.6
Canto del ritorno in patria, in cui si mescolano le voci di coloro che sono già arrivati, coloro che sono ancora per strada e coloro che attendono ancora il momento della partenza.

Rit. Grandi cose ha fatto il Signore per noi.

1 Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion,
ci sembrava di sognare.
2 Allora la nostra bocca si apri al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
"Il Signore ha fatto grandi cose per loro".
3 Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.
4 Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,
come i torrenti del Negheb.
5 Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.
6 Nell’andare, se ne va e piange,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,
portando i suoi covoni.
seconda lettura Fil 1,4-6.8-11
Dio è all’origine e al termine di ogni cammino di conversione. Ed è ancora lui che dona di avanzare di progresso in progresso, nella rettitudine, verso il giorno di Cristo.
Dalla lettera di Paolo apostolo ai filippesi
Fratelli, 4 prego sempre con gioia per voi in ogni mia preghiera, 5 a motivo della vostra cooperazione alla diffusione del vangelo dal primo giorno fino al presente, 6 e sono persuaso che colui che ha iniziato in voi quest’opera buona, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù.
8 Dio mi è testimone del profondo affetto che ho per tutti voi nell’amore di Cristo Gesù. 9 E perciò prego che la vostra carità si arricchisca sempre più in conoscenza e in ogni genere di discernimento, 10 perché possiate distinguere sempre il meglio ed essere integri e irreprensibili per il giorno di Cristo, 11 ricolmi di quei frutti di giustizia che si ottengono per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio. - Parola di Dio.

canto al Vangelo Cf. Lc 3,4.6
Alleluia, alleluia
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!

Vangelo Lc 3,1-6
"Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio". L’oracolo di Isaia ricordato da Giovanni Battista si realizza più in fretta e più compiutamente di quanto si sarebbe potuto pensare. Ma occorrono dei precursori per preparare le vie del Signore.

Dal Vangelo secondo Luca
1 Nell’anno decimoquinto dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell’lturea e della Traconitide, e Lisania tetrarca dell’Abilene, 2 sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio scese su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. 3 Ed egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, 4 com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaia: "Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! 5 Ogni burrone sia riempito, ogni monte e ogni colle sia abbassato; i passi tortuosi siano diritti; i luoghi impervi spianati. 6 Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!".





Spunti per le catechieste dell'niziazione Cristiana per la domenica: 05/12/2021
(Dagli obiettivi 2021-22)

Valore della persona
Se possibile, in questa settimana e fino a Natale fare riferimento alla pagina del sito sull'avvento, in modo che bambini e ragazzi imparino a usare il sito, a confrontarsi con il testo, ad assumersi l'impegno indicato e a formulare preghiere da condividere.
La Chiesa ci sollecita in ogni modo a usare gli strumenti nuovi offerti alla pastorale. Noi abbiamo un sito che serve solo se usato

Ecologia

Rapporto con la scienza

Canto