angelo

Il 20 novembre si chiude il Giubileo. Papa Francesco chiuderà la Porta Santa nella Basilica di San Pietro. Il 13 novembre la chiusura delle Porte Sante nel mondo. Come si svolgerà il rito di chiusura
I giovani mentre attraversano la Porta Santa a San Pietro
I giovani mentre attraversano la Porta Santa a San Pietro
Mancano 14 giorni alla conclusione del Giubileo straordinario della misericordia. Il 20 novembre, ultima domenica dell’Anno liturgico e solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’universo, papa Francesco chiuderà la Porta Santa nella Basilica di San Pietro facendo calare il sipario su questo straordinario tempo di grazia. Una settimana prima, domenica 13 novembre, saranno chiuse nelle diocesi di tutto il mondo le Porta Sante della misericordia che erano stato aperte su indicazione di Francesco. Ad oggi sono 20 milioni i pellegrini giunti a Roma per partecipare al Giubileo della misericordia.

Papa Francesco chiuderà la Porta Santa nella Basilica di San Pietro il 20 novembre alle 10 del mattino (per richiedere i pass di ingresso basta un clic sul sito del Giubileo). Invece nelle altre tre Basiliche papali romane (San Giovanni in Laterano, San Paolo fuori le Mura e Santa Maria Maggiore) il rito si svolgerà il 13 novembre in contemporanea con la chiusura di tutte le Porte Sante nel mondo, tranne che quella della Basilica di San Pietro. I delegati pontifici sono il cardinale vicario Agostino Vallini, arciprete della Basilica papale di San Giovanni in Laterano, che guiderà il rito al Laterano; il cardinale Santos Abril y Castelló, arciprete della Basilica papale di Santa Maria Maggiore, che guiderà il rito nella Basilica tanto cara a Francesco dove si reca in occasione dei viaggi apostolici per pregare di fronte all’ìmmagine mariana della Salus Populi Romani; il cardinale James Michael Harvey, arciprete della Basilica papale di San Paolo fuori le Mura, che presiderà il rito nell’omonima chiesa.